fbpx
dipendenza dal cibo evidenza
Mindset

Dipendenza dal cibo: sintomi e primi passi per superarla

La dipendenza dal cibo funziona in modo simile ad altre dipendenze, il che spiega perché alcune persone non riescono a controllarsi intorno a certi cibi. Ma cosa scatena la dipendenza dal cibo e quali sintomi possono aiutarci a riconoscerla? Scopriamolo insieme e impariamo i primi passi da compiere per superarla!

dipendenza dal cibo introGli effetti del consumo di alcuni alimenti sul cervello rendono più probabile, per alcune persone, lo sviluppo di una dipendenza dal cibo.

La dipendenza dal cibo funziona in modo simile ad altre dipendenze, il che spiega perché alcune persone non riescono a controllarsi, specialmente con certi certi cibi, non importa quanto duramente ci provino.

Nonostante non lo vogliano, possono ritrovarsi ripetutamente a introdurre grandi quantità di alimenti poco sani, pur sapendo che non si tratta di una cosa positiva per il proprio corpo.

Con questo articolo conosciamo un po’ più da vicino la dipendenza dal cibo e vediamo alcuni consigli per affrontarla.

Considera che, quanto riportato, è stato scritto esclusivamente a fini informativi e non costituisce un parere specialistico. Pertanto, consulta sempre il tuo medico o uno psicoterapeuta se pensi di soffrire di dipendenza dal cibo. 

Cos'è la dipendenza da cibo?

dipendenza dal cibo cosa èLa dipendenza dal cibo è una dipendenza paragonabile a quella dalle droghe.

Si tratta di un fenomeno relativamente nuovo e controverso, sul quale mancano statistiche e studi di alta qualità.

La dipendenza dal cibo è simile a diversi altri disturbi, tra cui il binge eating disorder, la bulimia, la sovralimentazione compulsiva e altri disturbi dell'alimentazione.

Gli effetti sul cervello della dipendenza dal cibo

dipendenza da cibo effetti sul cervelloLa dipendenza dal cibo coinvolge le stesse aree del cervello della dipendenza dalla droga. Inoltre, sono coinvolti gli stessi neurotrasmettitori e molti dei sintomi sono identici.

I cibi processati, ricchi di zucchero, hanno un potente effetto sui centri di ricompensa del cervello. Questi effetti sono causati da neurotrasmettitori cerebrali come la dopamina.

Gli alimenti che più sono in grado di causare questo fenomeno sono tipicamente gli alimenti lavorati come caramelle, bibite zuccherate e cibi fritti ad alto contenuto di grassi cattivi.

La dipendenza dal cibo non sarebbe causata da una mancanza di forza di volontà, ma si sostiene sia causata dalla dopamina, che colpisce la biochimica del cervello.

I 6 sintomi più comuni della dipendenza da cibo

Non esiste un esame oggettivo per diagnosticare la dipendenza dal cibo. Come per altre dipendenze, la diagnosi si basa su sintomi comportamentali.

Ecco 6 sintomi comuni della dipendenza dal cibo.

1. Desiderare il cibo nonostante ci si senta sazi

Non è raro che le persone con dipendenza dal cibo sperimentino delle voglie, anche dopo aver consumato un pasto appagante e nutriente.

Per esempio, dopo aver mangiato una cena sostanziosa, alcune persone possono desiderare un dessert.

Il desiderio di cibo e la fame non sono la stessa cosa.

Una voglia si verifica quando si sente il bisogno di mangiare qualcosa, nonostante si abbia già mangiato o ci si senta sazi.

Questo fenomeno è abbastanza comune e non significa necessariamente avere una dipendenza da cibo. La maggior parte delle persone sperimenta delle voglie.

Tuttavia, se il desiderio di cibo si verifica spesso e soddisfarlo o ignorarlo diventa difficile, potrebbero essere un sintomo di qualcos'altro.

Queste voglie non riguardano un bisogno energetico o di nutrienti. Si tratta del cervello che ha bisogno di qualcosa che rilasci dopamina, una sostanza chimica che gioca un ruolo nel modo in cui gli esseri umani provano piacere.

2. Mangiare molto più del necessario

dipendenza dal cibo mangiare più del necessarioPer alcune persone, non esiste il concetto di “un quadratino di cioccolato” o “un solo pezzo di torta”.

Questo approccio “tutto o niente” è comune nelle dipendenze di qualsiasi tipo. Non esiste la moderazione: è un concetto che semplicemente non funziona.

Quando cede ad un desiderio, una persona che soffre di dipendenza dal cibo potrebbe non smettere di mangiare fino a quando il suo impulso non sarà soddisfatto. Potrebbe poi rendersi conto di aver mangiato così tanto da sentirsi eccessivamente pieno.

3. Provare senso di colpa ma ricadere nello stesso schema

Cercare di esercitare il controllo sul consumo di cibi poco sani, per poi cedere a un desiderio, può portare a provare senso di colpa.

Si può avere la sensazione di aver fatto qualcosa di sbagliato o addirittura di aver ingannato se stessi.

Nonostante questi sentimenti spiacevoli, chi soffre di dipendenza dal cibo tenderà a ripetere lo schema.

4. Inventare giustificazioni con se stessi

Decidere di stare lontano da alcuni “alimenti scatenanti” può indurre le persone a creare delle auto-regole, difficili da seguire.

Di fronte a un desiderio, una persona con una dipendenza dal cibo potrebbe trovare il modo di ragionare intorno a queste regole, per giustificarsi nel cedere al desiderio.

5. Nascondere il cibo agli altri

dipendenza dal cibo nascondereLe persone con una storia dettata da auto-regole e fallimenti ripetuti spesso iniziano a nascondere il loro consumo di cibo agli altri.

Possono preferire mangiare da soli, quando nessun altro è in casa, in auto o a tarda notte dopo che tutti gli altri sono andati a letto.

6. Incapacità di smettere nonostante l’insorgere di problemi fisici

I cibi che si sceglie di mangiare possono influenzare significativamente la salute del proprio corpo.

Nel breve termine, il consumo di cibo spazzatura, specialmente se in quantità abbondante, può portare ad aumento di peso, acne, alito cattivo, affaticamento, cattiva salute dentale e ad altri problemi.

Nel lungo periodo, può condurre a obesità, diabete di tipo 2, malattie cardiache, Alzheimer, demenza e persino ad alcuni tipi di cancro.

Chi sperimenta questi problemi legati all'assunzione di cibi malsani, ma non è in grado di cambiare le proprie abitudini, ha probabilmente bisogno di un aiuto medico o psicologico.

La dipendenza dal cibo è un problema serio

dipendenza dal cibo problemaAnche se il termine “dipendenza” viene spesso usato con leggerezza, avere una vera dipendenza dal cibo è una condizione seria che in genere richiede un trattamento per essere superata.

I sintomi e i processi mentali associati alla dipendenza dal cibo sono simili a quelli dell'abuso di droga, anche se le conseguenze, personali e sociali, possono essere meno gravi.

Tuttavia, la dipendenza dal cibo può causare problemi fisici e portare a condizioni di salute croniche come l'obesità e il diabete di tipo 2.

Inoltre, può avere un impatto negativo sull'autostima e sulla percezione di sé di una persona, rendendola insoddisfatta del proprio corpo.

Come sapere se è meglio evitare totalmente il cibo spazzatura

dipendenza dal cibo evitare cibo spazzaturaEvitare completamente i propri alimenti scatentanti può sembrare impossibile.

Tuttavia, in alcuni casi, l'astensione totale da questi può diventare necessaria.

Una volta assunta la ferma decisione di non mangiare più questi cibi, evitarli può diventare più facile poiché la necessità di giustificare il fatto di mangiarli (o non mangiarli) viene eliminata. Le voglie possono anche scomparire o diminuire significativamente.

Considera di scrivere una lista di pro e contro per riflettere sulla decisione.

I pro possono essere la perdita di peso, una maggiore aspettativa di vita, avere più energia e sentirsi meglio ogni giorno.

I contro possono essere il dover compiere delle rinunce e il dover spiegare le scelte alimentari.

Primi passi per superare la dipendenza dal cibo

Alcuni passi possono aiutare a prepararsi a rinunciare ai propri alimenti scatentanti e rendere la transizione più facile. Vediamoli.

  • Riconoscere i propri alimenti scatenanti. Scrivere una lista dei cibi che causano abbuffate, e che andrebbero evitati completamente, può essere un primo e utile passo.
  • Studiare i menù dei ristoranti. Fare una lista di locali che servono cibi sani e prendere nota delle loro opzioni migliori può prevenire delle ricadute quando si ha fame e non si ha voglia di cucinare.
  • Pensare in anticipo a cosa mangiare. Pensare a quali alimenti sani e gustosi mangiare può aiutare ad evitare il consumo compulsivo  di cibi poco sani.
  • Non mettersi a dieta. Mettere in attesa una eventuale perdita di peso può essere utile. Superare la dipendenza dal cibo è già abbastanza difficile.
  • Praticare il mindful eating. Secondo gli studi, imparare le tecniche dell’alimentazione consapevole può aiutare a migliorare nettamente il proprio rapporto con il cibo. Clicca qui per conoscere il mio audio-percorso completo >>

Se pensi di soffrire di dipendenza dal cibo, considera la possibilità di cercare aiuto

dipendenza dal cibo aiutoLa maggior parte delle persone che sperimenta delle dipendenze tenta di smettere diverse volte prima di riuscire a lasciarle definitivamente alle spalle.

Anche se è possibile superare la dipendenza da soli, spesso può essere utile cercare aiuto.

I professionisti della salute (medici e psicologi), ma anche i gruppi di sostegno, possono aiutare a superare la dipendenza.

Trovare uno psicologo o uno psichiatra che abbia esperienza nel trattare la dipendenza dal cibo può fornire un supporto individuale, ma esistono anche diverse opzioni di supporto di gruppo gratuite.

Questi gruppi si incontrano regolarmente, alcuni anche online, e possono offrire il sostegno necessario per superare la dipendenza.


SCOPRI DI PIU'

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.